150 anni di tecnologia italiana: dalle prime trasmissioni all’era digitale

Per conoscenza

150 anni di tecnologia italiana

150 anni di tecnologia italiana: dalle prime trasmissioni all’era digitale

L’Associazione Forseti ripercorre la storia del Bel Paese
attraverso le invenzioni che l’hanno reso grande nel mondo

Nell’anno del centocinquantesimo anniversario dell’Unità d’Italia, Forseti – associazione
impegnata nella promozione e della diffusione della cultura informatica e tecnologica – rende
omaggio alle geniali menti italiane che, attraverso le loro invenzioni, hanno rivoluzionato le
nostre vite. L’esposizione di pannelli illustrativi che ricorda i vari personaggi e le varie invenzioni
dall’Unità d’Italia ai nostri giorni è visibile ancora per pochi giorni lungo i portici di via Volta a
Varese. Nell’ambito della mostra Forseti organizza un convegno aperto al pubblico (ingresso
libero) dal titolo: “150 anni di tecnologia Italiana, dalle prime trasmissioni all’era digitale”, che
vedrà protagonisti diversi personaggi del mondo scientifico e tecnologico italiano, si svolgerà
giovedi 15 dicembre 2011 alle ore 20.30, presso la “Sala Montanari” in via dei Bersaglieri, 1 a
Varese.

Interverranno nella serata:
* Prof. F. Gobbo – Centro di Ricerca “Informatica Interattiva” dell’Università degli Studi
dell’Insubria di Varese
* Dott.ssa L. Ronzon – Responsabile del Patrimonio Storico del Museo Nazionale della
Scienza e della Tecnologia di Milano
* Dott. B. Grampa – Associazione “Museo dei computer -Amici di HAL”
* Prof. G.A. Cignoni e Prof. F. Gadducci – Dipartimento di Informatica dell’Università di Pisa.
(Fondazione Galileo Galilei e Museo degli Strumenti di Calcolo Pisa)
* Moderatore della serata: dott. M. Inzaghi, Direttore di Rete55 – Varese.

La serata fa parte delle iniziative che Forseti ha organizzato nell’ambito delle celebrazioni del
centocinquantesimo anniversario Unità d’Italia insieme alla mostra che è stata inaugurata
domenica 4 Dicembre in via Volta (a Varese) e che sarà visibile fino a domenica 18 Dicembre.
I relatori ripercorreranno proprio il tema della mostra presentando le invenzioni che negli ultimi
150 anni hanno reso il made in italy così importante anche in ambito tecnologico. La seconda
parte della serata sarà invece dedicata ad una tavola rotonda tra gli esperti coinvolti che
affronterà il delicato tema del futuro delle nuove tecnologie.
L’iniziativa è patrocinata dal Comune di Varese, dalla Provincia di Varese e dalla Regione
Lombardia e ha ottenuto l’utilizzo del logo ufficiale del “150° Anniversario dell’Unità d’Italia”.
Ricordiamo l’ingresso libero e aperto a tutti.

Nota logistica: parcheggi disponibili lungo le adiacenti via Cavour e via Dandolo.

Video della lezione di Bruno Grampa sul retrocomputing

E’ in linea la videoregistrazione della lezione di Bruno Grampa sul retrocomputing, svoltasi a Varese il 15 dicembre 2010. Un grazie a tutti quelli che sono intervenuti e a Dante Attanasio, nella doppia veste di studente del corso e tecnico informatico del SIC, che ha permesso questa videoregistrazione. Il video e’ in streaming come mms, lo potete vedere con VLC o qualsiasi altro lettore video moderno. Buona visione.

Lucidi di Storia dell’Informatica aggiornati scaricabili

Cari studenti, nella pagina web relativa al corso trovate tutti i PDF visti a lezioni aggiornati e scaricabili, per facilitarvi lo studio. Attenzione, ci sono anche gli appunti da quaderno. Ci vediamo mercoledì per la lezione sul retrocomputing. P.S. Su Slideshare potete sempre visualizzarli e scaricarli, sono gli stessi file.

15 dicembre, lezione invitata di Bruno Grampa sul retrocomputing

Carissimi studenti e amici, il prossimo 15 dicembre dalle ore 16:00 alle ore 18:00 in aula 1TM del Padiglione Morselli, Bizzozzero, Varese, l’ultima lezione di Storia dell’Informatica e della Comunicazione digitale sarà tenuta da Bruno Grampa, collezionista di retrocomputing, già organizzatore di sei edizioni di Varese Retrocomputing e “sysop di HAL bbs, storica banca dati Italiana (la prima a Varese)”, Bruno ha fondato Amici di HAL, uno dei più importanti musei di informatica italiani.

Verrà a parlarci della sua esperienza, del passato, presente e soprattutto futuro del retrocomputing, portandoci dei pezzi originali d’epoca. Il tutto sarà visibile in videoconferenza a Como in tempo reale, sempre dall’aula 4.15 di via Valleggio, 11.

Per chi non potrà essere presente, abbiamo organizzato con il centro elaborazione dati (SIC) dell’Università dell’Insubria la possibilità di vedere in streaming in differita quanto viene visto nella sede di Varese.

L’ingresso è libero, nel senso che non c’è bisogno di aver seguito il corso per partecipare. Accorrete numerosi! Vi aspetto!

A proposito di retrocomputing a Varese

Grazie al fatto di aver messo la lezione mia e di Marco Benini sul retrocomputing in Vimeo , sono stato contattato da Bruno Grampa, un esperto di retrocomputing del club gli amici di HAL, che ha sede proprio a Varese. Averlo saputo prima, l’avrei invitato… Poco male, sarà (speriamo) per l’anno prossimo! In ogni caso, vi consiglio di dare un’occhiata al sito Vareseretrocomputing.

Bruno mi segnala un mio errore durante la lezione, che riporto qui: “le due porte rotonde sul dietro del C64 non sono midi: la prima è una uscita video + Y/C e audio, la seconda è la seriale per floppy e stampante.” Non si finisce mai di imparare… Se riesce, Bruno passa a fare un saluto l’ultima lezione, vale a dire giovedì prossimo.