La kanalo pri mia kurso en Hajnano

Iom post iom mi eldonos ĉiun filmeton de la lecionaro pri Filozofio kaj Historio de Informatiko ĉi-tie. Mi malkovris, ke YouTube permesas al mi alŝuti pli altkvalitan version ol tiun en Vimeo kaj Ipernitio. Strange, sed vere. Do, laŭeble elektu ĉi-tiun jutuban kanalon.

I corsi di storia e filosofia dell’informatica a Varese non sono attivati nel 2011-2012

Ogni tanto ricevo qualche email da studenti insubri che mi chiedono se i miei corsi sono attivati quest’anno.

Hanno sentito parlare da altri studenti dei miei corsi di storia e filosofia dell’informatica, che hanno ricevuto un buon gradimento da chi li ha frequentati in passato, e con dispiacere gli ho dovuto dire che quest’anno accademico 2011-2012 non sono attivati.

Vale a dire, non li tengo né io né qualcun altro. Quindi, ufficialmente, non sono più professore, perlomeno non più all’Insubria – mi sto adoperando per una esperienza didattica in Cina, tra Gennaio e Febbraio 2012, sugli stessi argomenti, in lingua esperanto (cliccare per credere).

Chi avesse (malauguratamente?) messo nel piano di studi i miei corsi e non mi avesse ancora contattato fino ad oggi è pregato di contattare la segreteria o il Presidente del Corso di Laurea, non il sottoscritto.

Quest’anno forzatamente sabbatico scriverò il manuale di storia e filosofia dell’informatica, basato sui miei anni di esperienza insubre – forse ce ne saranno altri, forse no, chissà. Per il momento lo scrivo in italiano, basandomi sul wiki e sulle dispense già prodotti in tale lingua per gli studenti, e lo adatto in esperanto per l’università sull’Isola dell’Esperanto, poi forse anche in inglese.

Ho deciso che questo manuale lo dedicherò alla memoria di Elio, recentemente scomparso.

Conference about Philosophy and Theory of Artificial Intelligence

FYI

INVITATION TO PARTICIPATE
Conference “Philosophy and Theory of Artificial Intelligence” (PT-AI 2011)
October 3 & 4, 2011
Thessaloniki, Anatolia College/ACT
http://www.pt-ai.org/

REGISTRATION: http://www.pt-ai.org/registration (80 Euros full, 40 Euros student)
DEADLINE: 27.09.2011

The theory and philosophy of artificial intelligence has come to a crucial point where the agenda for the forthcoming years is in the air – this conference will try to set that agenda and to gather many of the key players.

INVITED KEYNOTE SPEAKERS
Hubert Dreyfus, Berkeley University
James H. Moor, Dartmouth College
Rolf Pfeifer, University of Zurich

INVITED SPEAKERS
Mark H. Bickard, Lehigh University
Nick Bostrom, University of Oxford
Brian Cantwell Smith, University of Toronto
Ron Chrisley, University of Sussex
Antoni Gomila, University of the Baleares
J. Kevin O’Regan, CNRS, Paris
Matthias Scheutz, Tufts University, Boston
Oron Shagrir, Hebrew University of Jerusalem
Aaron Sloman, University of Birmingham
Tom Ziemke, University of Skovde

A further 39 papers have been accepted for presentation in the sections, following double blind reviewing (1/3 from outside Europe).

For authors and titles, please see: http://www.pt-ai.org/program

Colloque sur l’épistémologie comparée des concepts d’information et de communication dans les disciplines scientifiques

Pour v/info

Colloque sur l’épistémologie comparée des concepts d’information et de communication dans les disciplines scientifiques (EPICIC).
8 avril 2011 à l’Université Jean Moulin, Lyon – France

Auditorium Malraux
Site http://isko-france.asso.fr/epicic/

Entrée gratuite (sans déjeuner)
Entrée avec déjeuner et pauses café : 30€.
Inscription obligatoire dans tous les cas.

Programme
————————
9h. Accueil & Allocution de bienvenue
Pr. Jacques Comby, Vice Président chargé de Recherche, Université de Lyon3.
Fidelia Ibekwe-SanJuan, MCF-HDR, Université Lyon3

9h30 -11h : Le concept d’information en science de l’information LIS : investigations épistemologiques.
Modérateur: Josip Ciric (Université de Zadar, Croatia)
Thomas Dousa. Doctorant, School of Library and Information Science, University of Illinois, (USA).
Documentary Languages and the Demarcation of Information Units in Textual Information.

Birger Hjorland . Professeur Royal School of Information science, Copenhagen, Denmark.
The nature of information science and its core concepts.

Discussion

11h-11h10 Pause café

11h20 – 13h : Information & communication : une approche transdisciplinaire.
Moderator: Tatjana Aparac-Jelusic (Université de Zadar, Croatia)
Bruno Bachimont . Directeur Scientifique à l’Institut National de l’Audiovisuel (INA) et Directeur de Recherche à l’Université de Technologie de Compiègne (UTC).
Information et communication : phénomènes empiriques mais concepts mal définis.
Soren Brier . Professeur de sémiotique, Copenhagen Business School, Denmark.
The Cybersemiotic approach to a transdisciplinary and evolutionary theory of meaningful information, cognition and communication.

Discussion

1pm – 2 :30pm : Déjeuner

14h30 – 15h30 : Information, communication et connaissance.
Moderator: Fidelia Ibekwe-SanJuan (Université Lyon3)
Luciano Floridi. Chaire UNESCO « Information and Computer Ethics » et professeur, University of Oxford & University of Hertfordshire (UK) .
Perception and Testimony as Data Providers
Discussion

15h50-16h00 Pause café

16h00 – 17h30 : Théorie de pertinence et construction de sens.
Moderator: Colin Schmidt (Université LeMans , France)
Sylvie Leleu-Merviel . Professeur, Université de Lille-Nord de France et Conseiller scientifique auprès du Ministère de la Recherche et de l’Enseignement Supérieur.
Horizon de pertinence dans le processus informationnel

Ira Noveck . Directeur de recherche au laboratoire L2C2, Institut de Sciences Cognitives, CNRS, Lyon.
The interface between sentence meaning and speaker meaning
Discussion

17h30- 18h00 Session plénière : tous les intervenants
Discussions avec le public.

Materiali didattici corso di storia e filosofia dell’informatica

Avviso per gli studenti dell’Insubria: tutti i materiali didattici sono disponibili sia qui, sul mio blog, che sulla piattaforma di e-learning d’Ateneo. In particolare, per coloro che intendono proseguire a Gennaio 2011 con le parti su Epistemologia, deontologia e etica dell’informatica, i materiali aggiuntivi vengono messi come risorse su detto corso, raggiungibile sulla piattaforma per gli studenti.

Alcuni articoli che analizzeremo sono già in linea, nonché le istruzioni LaTeX per scrivere l’approfondimento. Chi vuole portarsi avanti, dunque, può farlo.

Presentazioni mostrate a lezione di Storia dell’Informatica disponibili

Come detto a lezione, le presentazioni sono disponibili sul mio account Slideshare sia in visione che in scaricamento, e costituiscono il materiale didattico per i frequentanti.

Eventuali presentazioni degli anni scorsi non sono più valide: quelle attuali le sostituiscono per tutti gli studenti delle lauree triennali.

Petizione salvacorsi di storia ed epistemologia dell’informatica

Un mio studente insubre e soprattutto amico, Andrea Gervasini, non ha gradito che tra gli altri numerosi tagli effettuati dall’Università dell’Insubria ci siano i corsi di Storia dell’Informatica e della Comunicazione digitale, di cui sono titolare per il corrente anno accademico 2009-2010, e di Epistemologia, Storia e Deontologia dell’Informatica, di cui sono stato tutor per un po’ di anni, sulla docenza del prof. Gaetano Aurelio Lanzarone, che ha deciso di non tenere più il corso per motivi di salute.

Per questo motivo ha aperto una petizione on line di supporto ai due corsi. Non è ancora troppo tardi, infatti, se si raggiunge un buon numero di firme si può farlo rpesente a chi di dovere e vedere se si possono cambiare le carte in tavola. Ma non c’è molto tempo. Penso che i miei studenti degli anni passati possano prendere in considerazione l’idea di firmarla, questa petizione (naturalmente, possono firmarla anche tutti gli altri).

Il problema è molto semplice: i dané, il ghello, money. Oggi io non ho più un assegno di ricerca, perciò l’unica speranza è che almeno uno dei due corsi, quello di Storia dell’Informatica, mi venga pagato. L’altro rischia di fare una fine peggiore, perché non sta per essere semplicemente disattivato ma proprio cancellato con la applicazione della legge 270 del riordino della didattica. Il che francamente è un peccato, perché l’Insubria era all’avanguardia su questo campo, non essendoci altrove nessun corso di filosofia dell’informatica in Italia, ad oggi.

E sì che l’area di ricerca computing and philosophy a livello internazionale è attivissima, basti vedere l’associazione di riferimento, la IA-CAP!

Insomma, se firmate, studenti o non studenti, a me farebbe molto piacere.