Come citare i siti web in BibTeX

A seguito di qualche segnalazione dei miei studenti, dò qualche indicazione per indicare i siti web nelle bibliografie in BibTeX. Prima di passare agli aspetti più tecnici, si ricordi che citare una pagina web è da farsi solo quando non ci sia nessuna altra possibilità. In generale, ci si può basare sulla pagina di Wikipedia inglese dedicata alle citazioni o su questa pagina della Wikipedia italiana analoga. Quella in inglese secondo me è più chiara.

Inoltre, ricordate che Wikipedia in sè è un punto di partenza, non di arrivo: non consideratela mai come una fonte affidabile, come ci ricorda questa pagina wiki della Wikipedia inglese. In altre parole: controllate, controllate, controllate tutto quello che vi è scritto. Ci sono a volte degli strafalcioni grossissimi nelle pagine di Wikipedia. Se ne trovate uno, sarebbe cosa buona segnalarlo o direttamente modificare la pagina wiki in quel punto.

Passiamo ad alcuni esempi in BibTeX (estratti dalla bibliografia della mia tesi di dottorato), ordinati dal più autorevole al meno autorevole. Ciò che hanno in comune è la necessità o l’opportunità di avere un URL nell’entrata bibliografica.

@InBook{Montague1973,
author = "Montague, Richard",
title = "The Proper Treatment of Quantification in Ordinary English",
crossref = "xPortner2002",
pages = "17--34",
note = "Available on line",
url = "http://semantics.uchicago.edu/kennedy/classes/s08/semantics2/montague73.pdf",
annote = "Retrieved 11 Dec 2008"
}

Questo è un contributo dentro un libro a cura di Portner (da cui il riferimento incrociato, crossref) perciò è più autorevole del sito web dove è stato preso. Però è lì che l’ho letto, tale articolo, pertanto è corretto inserire la fonte — nel malaugurato caso che il PDF inserito non sia corretto, è giusto che il lettore sappia da dove ho preso l’articolo.

@TechReport{NovakCanas2006,
author = "Novak, Joseph D. and Ca\~{n}as, Alberto J.",
title = "The Theory Underlying Concept Maps and How to Construct Them",
institution = "IHMC CmapTools 2006-01, Florida Institute for Human and Machine Cognition",
year = "2006",
month = mar,
url = "http://cmap.ihmc.us",
note = "available online"
}

Questo esempio è di un rapporto interno a un istituto, meno autorevole dunque di un contributo in un libro stampato. Vanno inserite tutte le informazioni possibili. La pagina web da cui l’ho scaricato non sembrava particolarmente stabile, quindi ho deciso di mettere la home page. Ci sono abbastanza informazioni per permettere al lettore di recuperare il documento stesso.

@Misc{Sabaris2001,
author = "Sabar{\'i}s, Marcos F. and Alonso, Jose L. R. and Dafonte C. and Arcay B.",
title = "Multilingual authoring through an artificial language",
year = "2001",
note = "Available on line",
url = "http://www.xente.mundo-r.com/utl/"
}

L’ultimo esempio riguarda un documento pubblicato esclusivamente su un sito web. Perlomeno ha una data di pubblicazione, perciò non è necessario inserire la dicitura “retrieved {date}” o “controllato il {data}”. Notate la classificazione come @Misc, che si usa quando non è possibile trovare niente di meglio.

Se proprio dovete citare una pagina di Wikipedia, fatelo almeno come si deve! In ogni pagina di Wikipedia c’è un pulsante nel menù a sinistra, come in figura:

Al clic, vi trovate una pagina wiki standard con molte indicazioni. Scorrendo in basso troverete qualcosa di simile a questo (la pagina wiki che ho scelto è quella della Wikipedia inglese di oggi sulla Libia):

Wikipedia non è l’unico sito dove trovare il codice BibTeX già pronto, anzi! Il 99% dei siti di pubblicazioni accademiche o scientifiche permettono di esportare il codice BibTeX già fatto e completo. Per esempio, la Digital Library della ACM, un must per chi fa ricerca in informatica, ha il link già pronto, come potete vedere dall’esempio seguente (questa la pagina web da cui è tratta la fotografia dello schermo):

Tutto ciò per dire una pura e semplice verità: quando vi sentite di dover citare un sito web, chiedetevi se non ci sia forse qualcosa di meglio. Troppo spesso citare un sito web significa rimanere sulla superficie dell’argomento

Exploring BibTeX and LaTeX: the elegant way for ‘and’ and the floats

I’ve already posted about the problem of ‘and’ in multiauthored BibTeX entries. A more elegant solution to avoid the ‘and’ and have instead a more cross-lingual ‘&’ is simply change the bibliography style: agsm is not very used but work its way — however, the poor personal names of your authors and editors become a punctuated capital, sigh.

Other topic: today I crossed for the first time the following error, compiling with XeTeX (but uninfluent in this case):

Too many unprocessed floats

The shell output requests to see the LaTeX manual or Companion. The Lamport (1994) I didn’t found the solution, rather a quick and dirty explanation is at page 912 of the Companion: the LaTeX buffer holds up to 18 floats, to have 36 you have to require the package morefloats in the preamble.

If there is a float that cannot be placed for some reason this change will merely delay receiving the above eroor. See Chapter 6 for ways to deal with this situation.

Ok, let’s see Chapter 6. Stay tuned for the next post after my reading of the LaTeX grimoire.

Exploring BibTeX: quick and dirty customization

Hi everybody, I’m working hard on LaTeX, XeTeX and BibTeX in the last weeks, as I have to conclude a couple of research books I am writing. I always have got a problem with bibliography in non-English books, when you have a multiauthored entry like the following one:

@Book{Brown1987,
author = "Brown, Penelope and Levinson, Stephen C.",
title = "Politeness: Some universals in language usage",
publisher = cup,
address = cup:addr,
year = "1987"}

The strings cup and cup:addr are shortcuts for most used names, such as Cambridge University Press for me. The problem is that in many bibliography styles, such as APA, which I am using for a book written in Italian, the output is something like this:

(Brown and Levinson, 1987).

This sounds a bit odd to me, as I’m not writing in English this time — sometimes it does happen that your ideas are still interesting at the periphery of the Research Empire, e.g., in Italy. Well, I do not want to create a BibTeX style for my own only for this purpose. In fact, if you try to do this, from the command line:
$ latex makebst
you will prompted a long series of questions in order to get your custom myBibTeXstyle.bst file, which contains all information for your BibTeX style. Let’s recall how to insert bibliography into your main.tex file. Basically, you should write this couple of lines

\bibliographystyle{/path/to/myBibTeXstyle.bst}
\bibliography{/path/to/myBibliography.bib}

Then, remember to compile bibtex apart in the standard way before latex or xelatex compilation:

$ bibtex main
$ xelatex main.tex

What does the bibtex compilation do? It writes a main.bbl file, that will be included in your tex. This is an ASCII file, so you can edit it easily. Looking to the correspondent entry of the myBibliography.bib file you’ll find a TeX entry like this:

\bibitem[Brown and Levinson, 1987]{Brown1987}
Brown, P. and Levinson, S.~C. (1987).
\newblock {\em Politeness: Some universals in language usage}.
\newblock Cambridge University Press, Cambridge.

It is easy to rewrite it as the following:

\bibitem[Brown \& Levinson, 1987]{Brown1987}
Brown, P. \& Levinson, S.~C. (1987).
\newblock {\em Politeness: Some universals in language usage}.
\newblock Cambridge University Press, Cambridge.

This solves the problem. Of course, it is a quick and dirty customization. I mean, it is useful iff you do not need to modify your .bib file. Of course, if you compile BibTex again, your edits will be lost, as the .bbl file will be rewritten by the BibTeX engine. Anyway, it works, at least for my needs.