Firefox OS a L’Aquila

2013-06-21 17.14.12
Venerdì scorso c’è stata una giornata dedicata a Firefox OS all’Università dell’Aquila. Ho partecipato alla presentazione del mattino, mentre il pomeriggio era dedicato a giocare a scrivere codice per il nuovo sistema operativo mobile dei tipi di Mozilla.

La prima presentazione, a cura di Carlo Frinolli, inquadra la novità di Firefox OS. Mozilla nasce nel 1998 dopo l’esperienza di Netscape, con il Mozilla Manifesto, che prosegue la linea filosofica di internet come risorsa accessibile e aperta, in tutti i sensi. Quando esce il browser Firefox (9 novembre 2004) il mercato era dominato da Microsoft Internet Explorer con oltre il 90%. Erano tempi bui per gli sviluppatori, perché Microsoft non seguiva gli standard (io me li ricordo bene). Oggi il browser più usato al mondo è Chrome, che comunque eredita molte delle caratteristiche di Firefox.

Ivano Malavolta con un gadget Firefox specialeMozilla è una fondazione apripista delle novità sul web, da sempre. Anche il client di posta Thunderbird è il primo a portare all’utente l’attenzione su sicurezza e privacy, in un mercato allora dominato da Outlook ed Eudora. L’obiettivo è far crescere una generazione non solo di sviluppatori ma anche di utenti avanzati, grafici, e altro, che aderiscono all’idea di internet libera. Nascono progetti come Web Maker, che permette il remix dei contenuti modificando giocando, o Thimble, che spiega a “Zia Maria” come nasce una pagina web, o Hackasaurus bellissimo per avvicinare i ragazzini alla programmazione — non lo conoscevo, e ne sono rimasto impressionato. La presentazione dei Mozilla Reps (la comunità di Mozilla) l’ha fatta un emozionatissimo ma professionale Luigi Tedone, studente come la maggior parte del pubblico. Consiglio a tutti gli studenti di informatica appassionati di web di considerare seriamente di programmare su Firefox OS, l’integrazione degli strumenti è eccezionale e comodissima per lo sviluppatore. Si tenga conto che nell’ultimo anno Mozilla ha assunto il 50% dei propri dipendenti, è in forte crescita, in totale controtendenza. A buon intenditor…

Perché Firefox OS è importante? Quasi tutto quello che facciamo su internet lo facciamo tramite un browser o su tecnologia molto simile — Twitter e Facebook sono in parte eccezioni. Con i sistemi operativi mobili, come Apple iOS o Android si è tornati indietro: bisogna scrivere su linguaggi nativi. Invece molte applicazioni popolari sono completamente basate sul web: Gmail, Google Drive, Spotify.

Con Firefox OS l’accesso all’hardware del dispositivo è su un Linux minimale (detto Gonk) (senza Java!!!) e le tecnologie di sviluppo sono standard: HTML + CSS + Javascript, su motore Gecko, su Gaia. In pratica sviluppi l’applicazione una volta sola, su tutte le piattaforme mobili e non solo (telefoni, tablet, tv digitale, desktop…) grazie a una singola extension di Firefox con il simulatore e tutto il resto. Firefox diventa un’ecosistema di sviluppo globale, presentato con dovizia di dettagli da Luca Greco. Date un’occhiata all’architettura completa.

Una cosa che mi ha colpito è che il sistema id pagamento di Firefox OS è indipendente dalla piattaforma, il che evita i casini dell’Android market (le app sono comunque certificate, un certo livello di qualità è garantito) senza arrivare dall’altra parte al controllo parossistico di Apple.

Credo che anche questa volta Mozilla sia il laboratorio del web del futuro: non credo che Firefox OS diverrà mai il leader del mercato, ma le sue idee dovranno essere prima o poi adottate da tutti.

Tanto vale saperle prima.

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s