Closed / Chiuso / Fermita

This blog is closed until further notice. Interested readers please click on:

Questo blog è chiuso fino a data da destinarsi. Interessati prego cliccare:

Ĉi tiu blogo fermitas ĝis alinforma mesaĝo. Interesitoj bonvolu alklaki:

http://federicogobbo.name

Thanks for following me until now. Grazie di avermi seguito finora. Dankon por sekvi min ĝis nun.

 

 

Seminario di Time Management da Zefiro

In front of the agile spider

Nei giorni scorsi sono stato in un altro dei gioielli d’Italia, Lucca, per tenere un seminario di time management, organizzato dalla cooperativa Zefiro. Gran parte del seminario è stata seguita dal team di Mediaus, una importante web agency del territorio.

È stato per me l’occasione di fare il punto della situazione proprio nel momento in cui sto tirando le somme della mia esperienza di cose agile a dieci anni dalla mia scoperta del manifesto agile, sul quale ho fatto alcune esperienze di ricerca accademica e sul campo, principalmente con Matteo Vaccari, quest’anno invited speaker all’Agile Day 2014.

Per questo motivo, entro la fine del 2014 completerò l’ebook pubblicato per i tipi di Lean Publishing, e ho creato un piccolo sito di supporto. Sia i materiali che il testo sarà liberamente accessibile da chiunque, nello spirito della condivisione della conoscenza portato avanti da Creative Commons, che sostengo da anni.

L’innovazione principale alle cose agili che mi sento di potermi attribuire nel corso di questi anni è la gestione delle pause, e questo è l’argomento principale del mio e-book.

Colloro, un gioiello d’Italia

Questo finesettimana sono stato con la famiglia a Colloro, sopra Premosello. Si tratta di un borgo di mezza montagna, con la piazzetta della chiesa e il circolino come luoghi di aggregazione, e basta. Niente negozi, nemmeno un alimentari. L’ideale per staccare la spina da Milano, a un’ora e mezza di autostrada e superstrada, comodissimo.

L’altro vantaggio è che a Colloro, che guarda a sud, c’è il sole fino a tardi, e l’inverno è come una primavera. Ci sono diverse passeggiate semplici, a portata di famiglia, e in pochi minuti di auto hai il lago, il pianoro, o l’alta montagna. Per gli arrampicatori c’è la falesia, che mi dicono è nota. Colloro è uno dei due (sic) comuni italiani ad autonomia energetica: niente Enel, le case sono autosufficienti ed ecosostenibili.

Per scoprirlo, c’è il B&B di Luca chiamato Ca’ dal Preu. Luca non solo è un uomo di montagna da sempre, ma anche un fotografo professionista. Ha dunque un occhio sulla montagna molto particolare, personale, e adora — come me, ma io sono un amatore — il bianco e nero, che racconta un’intera storia in un singolo scatto. Luca ha fondato l’associazione per il turismo sostenibile Park è, per la tutela del territorio e la valorizzazione del patrimonio storico-culturale.

Vale veramente la pena.

My 10 Year Long Experience in Time Management

Lightroom_5_Catalog_lrcat_-_Adobe_Photoshop_Lightroom_-_Libreria

Recently I was asked to tell something about my time management strategies. Some colleagues here in the Netherlands I impressed by my ability to deal with three Universities (Amsterdam, Milano-Bicocca, Torino) and therefore three cities, flights, trains, and so on. And it seems that my family and me are still happy after all…

I do not have time to delve into the topic too much, but at least I can tell something.

For the geeks among you, I use Todoist for tasks and Sunrise for calendars — I have many with different ICT infrastructures behind: my beloved University of Amsterdam relies on Microsoft Exchange, for example, while my Alma Mater (University of Torino) relies on Google. Sunrise manages the dirty work of fetching everything (Todoist included), I like it. But this is a matter of taste. The methodology is more important.

For the methodological side, I am a practitioner of the Pomodoro Technique on an everyday basis for the last ten years, I have also did research on it in my previous academic life, see this chapter and also this one. but I am not a Pomodoro Certified Master, and I am heterodox: I added things that are not in the original technique.

Therefore, never call me a Pomodoro Technique expert, because I am not.

 

2013 in review

The WordPress.com stats helper monkeys prepared a 2013 annual report for this blog.

Here’s an excerpt:

The concert hall at the Sydney Opera House holds 2,700 people. This blog was viewed about 16,000 times in 2013. If it were a concert at Sydney Opera House, it would take about 6 sold-out performances for that many people to see it.

Click here to see the complete report.

Invito alla cerimonia di premiazione per la miglior tesi di laurea in interlinguistica ed esperantologia

Ricevo e volentieri pubblico (anche se non potrò andarci):
 
 
 
IL RETTORE DELL’UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI PARMA  invita  alla
CERIMONIA DI CONSEGNA del
PREMIO DI LAUREA “GIORGIO CANUTO”
GIOVEDI  24 OTTOBRE 2013  ORE 14.30

 

  Per la miglior tesi di laurea in ‘Interlinguistica ed Esperantologia’

ANNO ACCADEMICO  2012-2013

Quest’anno il Premio verrà conferito a Simona Mattiola per la sua tesi su “La conservazion di lingaz ladin”

La cerimonia avrà luogo nella Aula C del Plesso D’Azeglio in via d’Azeglio 85 – Parma
Interviene il Magnifico Rettore Prof. Gino Ferretti

Prolusione del prof. Gabriele Iannàccaro dell’Università di Milano Bicocca su “Dell’ecologia linguistica”

Introduce e modera il prof. Davide Astori 

consegna il Premio Luigia Oberrauch Madella presidente dell’Associazione Esperanto “G. Canuto” di Parma 

My year at L’Aquila: a retrospective

2013-09-05 19.03.55 Yesterday it was my last day at the University of L’Aquila, Abruzzi, as a research fellow in Computer Science. As many of you already know, the city of L’Aquila, a jewel in the middle of the Italian peninsula, was shocked by a major earthquake the 6th of April, 2009.

Although many things weren’t done properly in the meantime, the city center in the last months is starting to be lived again by the aquilani, at least in the evening to have a promenade or so. The plans to open for the local airport — called Aeroporto dei Parchi — seem to come to a good point, that is, it will be opened soon.

In fact, I’m convinced that the future of L’Aquila, which is situated in a uneasy position in terms of transportation and logistics, is written in the improvement of connection with Abruzzi, the other parts of Italy and the rest of the world, and the airport can make the difference.

So, good bye L’Aquila and finger crossed!

Alvoko por kunlaboro al internacia projekto pri lingva justeco kaj demokratio

Informcele

La Esperantic Studies Foundation kune kun la Instituto pri publika ekonomiko de la Universitato Humboldt de Berlino, la Instituto pri anglaj studoj de la Universitato de Lepsiko kaj la Departemento de germanaj studoj de la Universitato Sophia de Tokio serĉas kunlaboranton por esplorprojekto pri internacia taksado de lingva justeco, lingva demokratio kaj lingvaj rajtoj.

1. Taskoj
La kandidato devos pretigi raporton kies enhavo estas:
● Profunda komentita bibliografio de la faka literaturo pri la konceptoj de “lingva justeco”, “lingva demokratio”, kaj pri la sociaj, praktikaj kaj ekonomikaj aspektoj de lingvaj rajtoj. Aparte grave estas klarigi la implicojn de tiuj konceptoj por lingva politiko kaj planado.
● Priskribo de la plej gravaj kolektoj aŭ sistemoj de indikiloj por taksi (prijuĝi) lingvajn politikojn aŭ kolektoj de ne-lingvaj indikiloj kiuj tamen tuŝas aŭ rilatas al lingvoj.
● Priskribo de la plej gravaj datumbazoj aŭ enketoj pri lingvaj kono kaj uzado.

2. Profilo de la kandidato
La kandidato havu magistrodiplomon pri politika filozofio, politikaj sciencoj, ekonomiko aŭ socio-lingvistiko aŭ estas finanta siajn studojn en unu de tiuj kampoj. Kandidatecoj de doktorstudentoj estas aparte bonvenaj. La kandidato devas tre bone regi la anglan lingvon. Kono de aliaj lingvoj estas tre valora, prefere almenaŭ unu inter Esperanto, la franca, la germana, la itala, la hispana, la japana aŭ la rusa. La kandidato laboros sub la gvido de scienca komitato kiu respondecas pri la projekto. La membroj de la komitato estas Dr-o Michele Gazzola (gvidanto), Prof-o Renato Corsetti, Prof-o Mark Fettes, Prof-o Sabine Fiedler, Prof-o Goro Christoph Kimura, Prof-o Bengt-Arne Wickström.

3. Limdatoj
La kandidato devas sendi retpoŝte sian vivopriskribon (maksimume du paĝojn), leteron de motivaĵo (maksimume unu paĝon) kaj prefereble unu publikaĵon antaŭ dimanĉo, la 25a de aŭgusto 2013. La laboro komenciĝos en septembro 2013, intermeza taksado okazos je la ekkomenco de novembro. La kandidato sendu la finan raporton antaŭ la 15a de januaro 2014.

4. Kompenso
La kunlaboranto ricevos malnetan kompenson de 3’000 usonaj dolaroj.

5. Kontaktoj kaj informoj
D-ro Michele Gazzola, gazzola@hu-berlin.de

Unione Europea: bisogna disperare? Nessun futuro?

frascati2013Ieri sono stato invitato dal Gruppo Esperantista Tuscolano a un convegno alle Scuderie Aldobrandini di Frascati con Franco Cardini ospite d’onore e io co-invitato — non solo il manifesto ha messo il mio nome più in piccolo, ma anche sono stato presentato da Enrico Del Vescovo, l’organizzatore, come “giovane ricercatore” (alla faccia del giovane, dopo 10 anni di carriera e sulla soglia dei quaranta). A completare il tutto, Cardini è arrivato in ritardo, ha dichiarato di parlare per 40 minuti e ha parlato per un’ora, io mi sono attenuto ai 20 minuti che mi erano stati assegnati.

Premesso tutto ciò, mi ha alquanto stupito la posizione di Cardini, secondo il quale l’Unione Europea è il fallimento dell’idea di Europa, e che va buttata giù per rifarla da capo, su altri fondamenti — probabilmente cristiani, si poteva evincere nel non detto. Stiamo parlando di un noto storico del Medioevo, con una lunga carriera accademica: quanta disperazione!

Be’, non sono d’accordo. L’Unione Europea l’abbiamo fatta tutti quanti a piccoli passi. Potrebbe collassare, ma francamente non è il mio auspicio. Inoltre, non è né negli interessi degli europei né in quelli degli americani, che hanno dettato i limiti dell’agenda europea fin dalla sua fondazione postbellica.

Spero proprio che tra trent’anni, quando avrò l’età di Cardini oggi, non sarò diventato così nichilista.